Nuovo DCPM per attività sportive. Si potrà giocare a tennis, ma solo a certe condizioni. Salvo l’Open Costa Rei, i giocatori tirano un sospiro di sollievo.

Costa rei. Sgomento e incertezza tra i giocatori della Final Eight. La domanda era sempre la stessa: si gioca o no? Finalmente, le prime indiscrezioni sgombrano il campo da tutti i dubbi che si addensavano sul regolare svolgimento del torneo. Ecco qui la sintesi:

1) La lunghezza delle racchette dovrà essere di almeno 1 metro, per garantire la distanza di sicurezza anti contagio (vedi foto Federer)

2) Si potrà giocare solo uno per volta. Se uno perde giocando senza avversari è un coglione.

3) La rete dovrà essere innalzata ad almeno 3 metri per evitare il passaggio di batteri da un campo all’altro.

4) Ogni set si concluderà al 4° game, per solidarietà ai ristoranti e bar che chiuderanno alle 18.

5) I giocatori mancini dovranno usare il braccio destro, così la smettono di fare i fenomeni.

6) Ogni mugugno o urletto stile Shaparova sarà considerato sintomo Covid e comporterà la gara persa a tavolino.

7) Chi colpirà il raccattapalle sulla fronte avrà accesso automatico alla finale. Chi lo colpirà 2 volte avrà vinto il torneo.

0

Open Costa Rei 2020 senza pace, spunta un nuovo caso: Andrea Toscano licenzia il suo dietologo di fiducia Bruno Cogoini dopo aver preso 13 kg in 4 giorni.

Costa Rei. E’ davvero un inizio travagliato per questo torneo, che nel bene e nel male deciderà la griglia dei Masters del circuito ATP. Polemiche a non finire ancora prima che si scaldino le racchette nei sintetici campi dell’oziosa località turistica sarrabese. Arrivato in splendida forma solo pochi giorni fa, il temibile -anche se incostante- Toscano si è affidato per l’ennesima volta alle cure del suo fidato dietologo e personal trainer Bruno Cogoini. Convinto dallo stesso a seguire una severa dieta a base di alimenti rigorosamente vegani , si è trovato per l’ennesima volta costretto a partecipare ad interminabili spuntini ed esagerate picchettate a base di strutto, grassi saturi, carni rigoramente rosse e quintalate di formaggi innaffiati da ettolitri di vini di dubbia provenienza. Risultato? Da 65 a 78 kg in sole 96 ore, per la gioia dei suoi avversari. La legittima -seppur sofferta-decisione è stata presa stamattina dal giocatore cagliaritano, che ha stracciato il contratto col Cogoini promettendo ai suoi fans che non ci cascherà più. Eja, fidati…

0